“Sogno un`educazione musicale in cui il corpo stesso svolga il ruolo di intermediario tra i suoni e il nostro pensiero, diventando lo strumento diretto dei nostri sentimenti”.

E. Jacques-Dalcroze, RITMO, MUSICA, EDUCAZIONE Ed. Hoepli/Torino

La domanda corretta non è quanto sei bravo a suonare, ma è come sei bravo a suonare. Ogni individuo apprende in maniera differente e può sviluppare capacità specifiche. Le capacità musicali sono innate e presenti fin dalla nascita in tutti gli individui. E’ acquisito nella comune coscienza pedagogica il concetto di “musicalità” come espressione dell’essere musicale insito in ognuno di noi, frutto acerbo dell’intelligenza musicale che matura al sole dell’esperienza. Quella musicale è senza dubbio un’esperienza molto articolata; l’universo sonoro è ricco di mille realtà a volte molto diverse fra loro. Proponiamo un’educazione musicale globale, fatta non solo di motricità ma anche di canto, strumentario didattico, creatività, improvvisazione e invenzione.

Matabumpampam è un metodo pedagogico e didattico incentrato nell’ascolto e nella creazione dell’onda sonora con il corpo, la voce e con materiale povero, prettamente acustico. Permette ai partecipanti di sviluppare i vari campi dell’esperienza musicale. E’ un percorso intuitivo e stimolante; un’esperienza creativo-musicale, un’esperienza ludica ricca di suoni stravaganti ma seducenti.

Consapevolezza emotiva.
Daniel Goleman evidenzia nell’Intelligenza Emotiva la capacità di conoscere le proprie emozioni, di gestirle, di superare le frustrazioni, di comprendere gli altri e di creare sintonia. L’Intelligenza Emotiva offre strumenti che consentono di gestire la nostra parte emozionale in accordo con la parte logica, aiutando la ragione a comprendere il cuore ed il cuore a sostenere la ragione. L’Intelligenza Emotiva è un’abilità che si impara e che può migliorare nel corso della vita.